Ricevi le News come preferisci

Calendario Eventi su

Cerca nel blog

Contatti

Contatti
04 ott 2013

Stresa: Al Mottarone si continuerà a sciare

«Sci sul Mottarone, ovviamente sì, amiamo questa montagna». Dopo la sentenza del Tar Piemonte, che ha annullato per vizi procedurali i vincoli e le servitù imposte dalla Regione Piemonte e dal Comune di Stresa sui terreni di proprietà della famiglia Borromeo, interviene Vitaliano Borromeo a fugare ogni dubbio sulla volontà della proprietà di continuare ad ospitare gli impianti sulla vetta. Spiega: «Non abbiamo nulla contro le piste da sci, che

passano sulla nostra proprietà. E’ ovvio che non possiamo accettare che chi gestisce gli impianti voglia usufruire gratuitamente dei nostri terreni per una estensione di circa 63 mila metri quadrati, perché questo sarebbe un vero e proprio esproprio senza alcuna contropartita».

La società di gestione degli impianti S4 aveva sospeso il pagamento dell’affitto, invocando l’applicazione di una legge regionale, che prevede la costituzione di servitù al servizio delle piste da sci. La procedura era stata portata avanti dal Comune di Stresa, che però ha visto il Tar annullare il provvedimento per vizi di forma. «Come conseguenza della sentenza ci sono state riconosciute le annualità non pagate di quanto dovuto e le spese legali – aggiunge Vitaliano Borromeo.

«La condivisione da parte della famiglia Borromeo del futuro sciistico del Mottarone è sicuramente di grande rilievo - commenta il sindaco Canio Di Milia - la prossima settimana convocherò le parti per cercare di trovare una soluzione che garantisca il futuro sciistico della nostra montagna».
[Di L.G. su La Stampa]

0 Commenti:

Posta un commento

Il commento verrà pubblicato non appena sarà stato approvato dal moderatore. Grazie