Ricevi le News come preferisci

Calendario Eventi su

Cerca nel blog

Contatti

Contatti
8 feb 2012

Scuola elementare Stresa: Rilevate le temperature nelle aule, non si disporrà la chiusura

L'amministrazione comunale informa che, preso atto delle ripetute lamentele causate dal non buon funzionamento dell'impianto di riscaldamento della Scuola Elementare Fogazzaro (di cui al CS di ieri, 07/02/12), il Sindaco Canio Di Milia e l'Assessore all'Istruzione Emanuele Iacono hanno provveduto a far misurare e verificare le temperature presenti all'interno delle classi. In presenza dell'Assessore Iacono, questa mattina alle ore 7.30, si

rilevavano le seguenti temperature:
classe IIA - 19° C
classe IIB - 20° C
classe IA - 24° C
classe IB - 18,5 °C.

Nell'atrio si registravano ben 26° C e le classi del piano superiore erano soggettivamente molto calde.
Alle ore 10, il Sindaco poteva verificare invece le seguenti temperature:

classe IIA - 21° C
classe IIB - 21° C
classe IA - 22° C
classe IB - 21 °C.

Gli altri spazi dell'edificio si confermavano caldi (le temperature al limite dell'"eccessivo" sono giustificate dal mancato spegnimento notturno della caldaia, deciso per mantenere temperature migliori nell'area problematica, ovvero quella del piano terra).
La classe con le temperature più basse registrate nei giorni scorsi, ovvero la IVB, è gia stata spostata in altro locale idoneo.

I dati registrati a oggi NON consentono al Sindaco e all'Assessore di disporre alcuna chiusura della Scuola.

Constatato che esiste comunque un problema di omogeneità termica dell'edificio e di scarsa efficienza del piano terreno, si conferma l'intervento di pulitura generale dell'impianto e di sostituzione delle valvole dei radiatori già previsto per le vacanze di Carnevale.
Nella settimana intercorrente non verrà comunque applicato l'intervallo economizzato notturno.
Da ultimo, lunedì mattina 13 febbraio, si procederà a nuova verifica delle temperature per accertare il mantenimento dello standad odierno.

2 Commenti:

Elena Spantaconi ha detto...

Le temperature riportate sono relative ad oggi. Lunedì la situazione era ben differente. iN CASA TENGO TERMOSTATO SUI 18 GRADI NON MI VERREBBE MAI IN MENTE DI LAMENTARMI SE LE CONDIZIONI FOSSERO SEMPRE QUELLE RIPORTATE IN QUESTO SPECCHIETTO. La realtà è che ci sono giorni in cui le temperature sonO NETTAMENTE più basse e nelle due classi più fredde, la 2A e la 4B le temperature DI OGGI da voi riportate vengono raggiunte solo con l'ausilio delle stufette elettriche che oltre ad essere pericolose, consumano anche molta elettricità e non possono essere che un tamponamento
Nemmeno gli oltre 23 gradi del piano superiore sono salubri.
Speriamo quindi che il grosso intervento che si sta per fare nelle vacanze di carnevale possa essere risolutivo.

L.B. ha detto...

Buonasera, la sottoscritta mamma di un alunno della scuola primaria C. Rebora è rimasta basita nel vedere l'articolo relativo
alla rilevazione delle temperature alla presenza dall'Ill.mo Sindaco Dott. Di Mila e dall'Assesore Dott. Iacono.

La lettura di tale rilevazione potrebbe essere forviante da parte di una persona non a conoscenza dei fatti:

1° tale lettura è stata svolta mercoledì dopo due giorni di accensione del riscaldamento con gli orari di accensione
oramai già modificati dalla società gestrice del calore;

2° in una classe vi è un termoconvettore elettrico acceso durante il giorno x sopperire alla mancanza di potere calorico dei termosifoni
(tralasciando di rimarcare il fatto che tale termoconvettore è stato fornito da un genitore e non dagli organi competenti);

3° da una lettura da parte di persone che conoscono impianti di riscaldamento si può notare che vi è una differenza di
temperatura di oltre 6 gradi; tale differenza è ovvio che sia dovuta ad un non corretto funzionamento del riscaldamento
che per sopperire a dei difetti di funzionamento deve funzionare con temperature non corrette al reale fabbisogno
dell'edificio.

Risolvere un problema del genere è sicuramente difficoltoso ma non è rimandando che lo stesso si possa risolvere
se non dopo il 14 di Aprile , data di spegnimento o di riduzione di orario sempre su autorizzazione delle autorità preposte.

Mi preme segnalare che tale situazione si è presentata sin dall'avvio dell'impianto di riscaldamento con episodi di deficit calorico più o meno
accentuati in base alle temperature esterne, prontamente segnalati alle autorità competenti.
Ringrazio per la cortese attenzione e porgo cordiali saluti.

Posta un commento

Il commento verrà pubblicato non appena sarà stato approvato dal moderatore. Grazie