Ricevi le News come preferisci

Calendario Eventi su

Cerca nel blog

Contatti

Contatti
08 apr 2013

Il Distretto dei laghi taglia gli stipendi e chiude le sedi a Domo e Stresa

I ritardi della Regione nell’erogazione di contributi già stanziati per 1,1 milioni di euro fermano l’attività del Distretto turistico dei laghi, l’ente di accoglienza e promozione che comprende il Vco e parte del Novarese. «Nonostante il bilancio assolutamente in ordine - spiega il presidente Antonio Longo Dorni -, il Distretto soffre una pesante crisi di liquidità: attendiamo dalla Regione il pagamento di competenze per 1,1 milioni di euro arretrati senza contare i 400 mila euro relativi al 2012. Parte di

questi soldi risalgono addirittura al 2009».

Gli otto dipendenti del Distretto hanno già dovuto accettare la riduzione del 25% dell’orario di lavoro e dello stipendio e gli amministratori hanno sospeso i propri emolumenti, ma non è sufficiente: «Se non arriveranno fondi aggiunge Longo Dorni - non ci rimarrà che mettere in aspettativa il personale. Le banche, che pur ci hanno sempre sostenuto, non possono anticipare ulteriormente fondi per conto della Regione». Tra le misure di risparmio già adottate dal Distretto dei laghi anche la chiusura dell’ufficio di Domodossola e a breve ci sarà il trasferimento della sede principale da Stresa al Tecnoparco, in locali della Provincia.

Oltre ai posti di lavoro, personale qualificato e con anni di esperienza, a rischio è anche l’attività di promozione di un territorio che vale oltre il 50% dei turisti stranieri dell’intero Piemonte.

Decine di giornalisti ospitati in educational, presenze del territorio in programmi tv italiani e stranieri, migliaia di contatti mail ogni giorno senza tenere conto della presenza sempre più attiva del Distretto su web e social network come Facebook e Twitter. I contatti al mese di tutti i sistemi di comunicazione sono stimati in oltre 600 mila.

Sui problemi finanziari è intervenuto il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo: «Ho spiegato a Roberto Cota e agli assessori al Turismo Alberto Cirio e al Bilancio Gilberto Pichetto la drammatica situazione in cui verrà a trovarsi il Distretto dei laghi se almeno una parte dei fondi non verrà erogata in tempi brevi. La stagione turistica che sta iniziando già si preannuncia come complicata per la crisi che ha colpito tutti, lo sarebbe ancora di più se si dovesse fare a meno dell’attività promozionale del Distretto».
(Di Luca Gemelli su La Stampa)

0 Commenti:

Posta un commento

Il commento verrà pubblicato non appena sarà stato approvato dal moderatore. Grazie