Ricevi le News come preferisci

Calendario Eventi su

Cerca nel blog

Contatti

Contatti
04 dic 2012

Stresa: L'Istituto “Erminio Maggia”seconda alla prima edizione del concorso internazionale “Giovani Promesse”

Antonino Catania, neodiplomato dell'Istituto Alberghiero Erminio Maggia di Stresa, si è aggiudicato il secondo posto nella prima edizione del Concorso Giovani Promesse, organizzato dalla  Chaîne des Rôtisseurs, Bailliage de Novara – Lomeillina et du Lac Majeur. Con lui, una nutrita pattuglia di neodiplomati dell'Istituto Stresiano, arrivati alla finale 2012: Yuri Bertani, Giulia Ciprino e Leonardo Talpo. Segno inequivocabile della bonta degli insegnamenti ricevuti e della loro voglia di impegnarsi e mettersi in gioco. Molto apprezzati i

suoi “Ravioli ripieni di ricotta e nocciole, salatati con burro e timo su crema di zucca”.

Il Concorso Giovani Promesse è alla prima edizione e nasce dall’esigenza di motivare i giovani potenziali chef in un momento di difficile congiuntura politico-economica globale, facilitando il loro inserimento nel mondo del lavoro. L’intento è in perfetta armonia con gli obiettivi della Chaîne des Rôtisseurs: promuovere a livello internazionale gli chef come ambasciatori della cultura dell’enogastronomia, valorizzando i giovani. I principali Istituti Alberghieri della Provincia di Novara e VCO, hanno inviato i curricula dei loro migliori allievi che si sono diplomati lo scorso anno, corredati delle referenze rilasciate dai professionisti presso i quali gli studenti hanno trascorso un periodo di applicazioni pratiche/stage. I curricula sono stati esaminati da una giuria composta da esponenti del mondo della gastronomia e poi selezionati. I Finalisti si sono poi affrontati nelle cucine dell'Hotel Sheraton Malpensa, giovedì pomeriggio scorso, 29 novembre. La gara, assai difficile, ha visto i giovani chef “inventare” un piatto, utilizzando il paniere proposto dagli organizzatori. 

Il premio renderà simbolicamente merito alla dedizione dimostrata durante tutto l’iter di studi che li ha condotti al traguardo del diploma, e gli consentirà di entrare, seppur in veste di neofiti, nel circuito degli Chef della Catena della Chaîne, per condividerne le esperienze ed entrare in quel mondo attraverso una corsia preferenziale. Oltre all’iscrizione alla Confrérie, ai vincitori sarà offerta infatti la possibilità di partecipare gratuitamente ad un periodo di formazione/approfondimento di 2/3 mesi presso uno dei ristoranti associati/affiliati alla Chaîne des Rôtisseurs alla fine del quale, oltre ad aver approfondito le tecniche di preparazione in cucina, sarà loro rilasciata una specifica lettera di referenze. Al migliore in assoluto, sarà anche offerto un week-end di relax per due persone presso un Relais di Charme nel Monferrato. Il 15 dicembre prossimo, una cena di Gala presso l'Hotel Regina di Stresa, sarà il momento per consegnare i premi e festeggiare i vincitori.

La "Chaîne des Rôtisseurs" è una Confraternita gastronomica che risale al 1248. Nel 1268 ricevette l’iscrizione nel “Livre des Métiers“ per mano di Re Luigi IX divenuto poi Santo col nome di S.Luigi. Il riconoscimento ufficiale avvenne nel 1610 da parte di Re Luigi XIII “il Giusto” con la concessione solenne delle insegne araldiche da parte della casata reale di Francia. Abolite del tutto le forme di attività associative in seguito agli eventi della rivoluzione francese, solo nel 1950 con decreto della Repubblica Francese, la Corporation des Rotisseurs venne riportata agli antichi fasti e ribattezzata con l'attuale nome; è oggi la più grande e prestigiosa associazione gastronomica del mondo. Rappresentata in 70 Paesi, conta 35mila Confratelli. Tra i suoi membri vi sono professionisti e gastronomi, oltre a numerose personalità del mondo politico, diplomatico, economico e sociale vicini al “culto” della gastronomia e al piacere del convivio. L'Associazione è presente in Italia dal 1954 ed è rappresentata da un Bailliage Nazionale, che opera a livello centrale per raccordare l’operato dei diversi Bailliages distribuiti sulla penisola, che corrispondono a delle circoscrizioni territoriali assimilabili in linea di massima a quelle delle Provincie Amministrative. I Bailliages in Italia sono 27. In particolare, va sottolineata l’attenzione che l’associazione pone sulla formazione di giovani talenti. Questo scopo è perseguito tramite una strettissima collaborazione con partner internazionali quali l’Academie du Cordon Bleu, Bragard, Wüsthoff etc. e con l’organizzazione annuale di un concorso internazionale di gastronomia  per i giovani cuochi denominato “Concours International des Jeunes Commis Rotisseurs” e per giovani sommelier “Concours International des Jeunes Sommeliers” che prevedono una selezione a livello nazionale e la competizione finale in uno dei paesi del mondo dove viene programmato un Grand Chapitre International.

Il Bailliage di Novara - Lomellina e Lago Maggiore nasce nel 1999 alla presenza del Bailli d’Italia, con l’intento di dare impulso alla diffusione della conoscenza della Confrèrie nel Piemonte orientale. 

0 Commenti:

Posta un commento

Il commento verrà pubblicato non appena sarà stato approvato dal moderatore. Grazie