Ricevi le News come preferisci

Calendario Eventi su

Cerca nel blog

Contatti

Contatti
01 dic 2009

Stresa: Lega Nord non trova l'accordo, PdL "blinda" Di Milia


E’ iniziato in anticipo il conto alla rovescia in vista delle elezioni di marzo per il sindaco e il consiglio comunale, a Stresa. Contatti pre elettorali, caccia alle alleanze e ai candidati hanno preso il via da alcune settimane. I più attivi, finora, sembrerebbero Pdl e Lega Nord, in cerca di una strategia comune. Ma sulla strada dell’alleanza, ora, si profila un ostacolo: il sindaco uscente Canio Di Milia, che ha guidato per cinque anni la lista civica «Stresa e frazioni», al cui interno hanno trovato posto persone di vario orientamento politico.
Secondo Valerio Cattaneo, coordinatore provinciale del Pdl, «Di Milia è un sindaco del Pdl e con il suo vice Giuseppe Bottini ha amministrato molto bene. Ribadisco l’importanza di un accordo con la Lega e la totale disponibilità del Pdl a discutere, incominciando dai programmi». La sensazione, comunque, è che il nome di Di Milia da parte del Pdl sia blindato. E la Lega non ci sta: «Di Milia non sarà mai il nostro candidato sindaco. Siamo un partito serio: il suo modo di fare politica e il nostro sono agli opposti» dice il senatore Enrico Montani, segretario provinciale del Carroccio. E aggiunge: «Sul vicesindaco Giuseppe Bottini invece abbiamo già dato la nostra disponibilità, ma non abbiamo più saputo nulla dal Pdl».
Gianbattista Vecchi, capogruppo della lista «Stresa ci unisce», non si sbilancia: «Ho detto per tempo che non mi sarei ricandidato, ma mi è stato chiesto di essere di nuovo della partita. Non ne sarei entusiasta, ma se servisse a ribaltare un risultato scontato mi metterei a disposizione. E poi mi piacerebbe raccontare la verità sui risultati dell’amministrazione Di Milia». Il sindaco uscente, dalla sua, punta a proseguire l’esperienza: «Penso che la lista civica aperta a esperienze politiche diverse - dice Di Milia - abbia dato ottimi risultati, in una città dove le tensioni partitiche hanno sempre condizionato lo sviluppo. Vorrei quindi proseguire su questa strada, continuando a puntare sulle persone».
(Di Luca Gemelli su La Stampa;foto La Stampa)

17 Commenti:

Lucio Augusto Casaroli ha detto...

<p>Se è vera, la decisione del PdL di sostenere un' ulteriore candidatura Di Milia appare sconcertante e - speriamo - suicida.
</p><p>Senza mezzi termini, il Di Milia è un bugiardo: ha sostenuto pubblicamente, come si legge in questo stesso blog, di non avere casacche, mentre una casacca ce l' ha, e non si capisce perché la popolazione di Stresa dovrebbe dare il suo voto a un bugiardo.
</p><p>In più, la sua tardiva iscrizione a un partito è un atto di offesa, se non di tradimento, verso la lista civica che lo ha portato al potere, tutt' altro che allineata sullo stesso fronte.
</p><p>C' è chi - in questo stesso blog - ha ricordato Pinocchio, chi ha attribuito al Di Milia un "momento di incertezza politica", chi, meno letterariamente, ha parlato di "figura da buffone". E' sicuro, il PdL, di voler sostenere un individuo di così basso profilo? e sono sicuri, gli elettori, di volersi riconoscere in una figura che ricorda da vicino lo stile più bieco della prima repubblica?
</p>

M.Severino - Lega Nord Stresa ha detto...

Giù la maschera!
Ha dovuto pensarci il coordinatore provinciale del PDL a togliere la maschera al Sindaco Di Milia.
Il Sindaco da settimane negava qualsiasi appartenenza al PDL pubblicando articoli e proprio quando stava per convincere qualcuno viene smentito pubblicamente. Che figura!
Già! Di Milia ha la Sua casacca, forse starà un po' stretta ad alcuni della maggioranza ma il Sindaco saprà anche sta volta farla sembrare "ai suoi" un caldo cappottino!
A questo punto il ritorno degli schieramenti che il Sindaco tanto scongiurava nel Suo articolo  con Di Milia sarà inevitabile.
Da tempo il PDL aveva proposto a noi della Lega Nord Di Milia come candidato Sindaco ma il nostro veto era ed è irremovibile.
Dopo anni di battaglie in Consiglio Comunale fatte non per spirito di pura opposizione ma per divergenze sul modo di gestire il pubblico, non potremmo mai scendere in campo con lui.
Quanta arroganza e bugie in questi anni, non abbiamo mai condiviso le Sue scelte :
Stresa Servizi (dove casualmente un consigliere comunale PDL naturalmente si dimette e riceve un bell'incarico da 98.000 euro annue nella Società), L'acquisto dell'auto BLU di rappresenanza (chi l'ha mai vista? Pare stia deperendo in magazzino), l'accordo "storico" a detta del Sindaco del parcheggio di Villa Pallavicino (costruito con soldi pubblici su una proprietà privata), la fantomatica piscina da 1.000.000 di euro al Lido di Carciano prevista su un 'area che non è disponiblie in quanto locata a terzi ancora per qualche anno, la trovata elettorale del trenino e tanto altro ancora.
Ma non si preoccupi il Sindaco, se questa Sua esperienza dovesse terminare , il Suo coordinatore provinciale di sicuro si prodigherà a trovargli un altro "posto" altrove per i prossimi anni.
Caro Sindaco, chissà se a fine mandato le persone a cui ha imposto di darLe del Lei saranno nuovamente autorizzate a darLe del Tu!

Assolo ha detto...

 "Secondo il Pdl..." "La Lega ...." "Contatti pre elettorali...."  ... e i cittadini dove sono in questi giochi del potere? A nessuno viene in mente che potrebbero anche loro poter esprimere una opinione, una preferenza e non già in fase elettorale quando i giochi sono fatti, ma proprio in questa fase pre elettorale. A nessuno viene in mente di proporre delle elezioni primarie? Cattaneo, Montani sono assolutamente liberi di esprimere le loro preferenze, aspirazioni e giudizi, ma, per il ruolo politico che ricoprono, dovrebbero favorire la possibilità di espressione, di aspirazione, di giudizio dei cittadini e diventarne poi, eventualmente, portavoce. Lo spettacolo delle recenti dichiarazioni sembra invece che i cittadini (sudditi / elettori) possano solo assistere passivamente ad una partita giocata interamente da altri.

Marcella Severino Lega Nord- Stresa ha detto...

Innanzi tutto se fosse solo per "IL POTERE" che il Signor Assolo (che sarebbe bello si firmasse con il Suo vero nome come tutti noi) la Lega Nord avrebbe subito chiuso l'accordo con il PDL perchè sappiamo benissimo che una lista che si presentasse con i simboli della coalizione PDL-LEGA sarebbe vincente.
Ma la Lega agisce diversamente, valuta i presupposti per poter eventualmente amministrare bene e non per le "cadreghe" come ci piace chiamarle.
Quando in Lega si discute si è tutti uguali, tesserati, militanti, senatori o quant'altro. Nessuno impone scelte dall'alto, lo posso dire dopo 16 anni di militanza e al contrario di ciò che accade in altri schieramenti il Senatore Montani o l'Onorevole Cota, che per noi sono sempre e solo gli amici Enrico e Roberto, non ci hanno mai imposto alcuna scelta.
Noi siamo sempre fra la gente, ascoltiamo i suoi problemi che poi sono anche i nostri e ne siamo il portavoce. Sia chiaro che i cittadini per noi non sono sudditi ma Cittadini con la C maiuscola.
Tutto ciò per chiarezza.

U.Palaoro ha detto...

Costituzione Italiana Art. 49.
"Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale".
Caro Assolo, ...come può leggere qui sopra....non siamo in Svizzera nè negli USA.....i partiti sono l'unica forma costituzionalmente riconosciuta attraverso la quale i cittadini possono svolgere attività politica...come anche Beppe Grillo ha dovuto riconoscere tanto è vero che si è fatto il suo bel partito...del resto non mi venga a dire che le "primarie" svolte dal PD sono state un esempio di democrazia od un modo per evitare le ingerenze dei partiti nella vita pubblica...sono state al contrario una emerita presa in giro degli elettori di sinistra che hanno eletto a capo di un partito persone indicate dal partito medesimo...una pagliacciata.
Non le pare peraltro che le sue argomentazioni contraddicano con il fatto che qui ci si continua a nascondere dietro degli pseudonimi invece di "metterci la faccia" come stiamo facendo noi "cattivoni" dei partiti??

Zasca ha detto...

Non  è il caso di prendersela perché uno non mette la sua firma, anch’io non la metto e tutti sanno chi sono. Meglio metterci  ciò che si pensa e questo mi sembra più importante, salvo voler cercare di fare l’anagrafe dell’orientamento elettorale dei cittadini, ma allora saremmo veramente sudditi.  Quanto ad andare a scomodare la Costituzione, forse non è il caso dovendosi concorrere all’indirizzo della politica locale e non di quella nazionale. Certo che una bella alternativa alla democrazia, così come la conosciamo, sarebbe se tutti i cittadini fossero i candidati e poi vinca chi più voti prende. Quanto alle locali vicende, l’augurio è che tra questi due partiti (altro non c’è) l’accordo non si trovi proprio, altrimenti cosa  andremo a fare al voto ?

G.B.Vecchi ha detto...

Roba da far cadere i capelli. Dovrebbe essere vietato bestemmiare. Ma questo sig Cattaneo è quel signore così gentile e chiaccherino che ha rotto le uova nel paniere al Di Milia svelando il cambio di casacca in corsa del nostro sindaco bugiardone?? E' forse già pelato??? Allora non corre rischi. Forse  anche lui come Sansone la perdita dei capelli sembra essergli fatale.Ma come si fa a dire che l'accoppiata Di Milia / Bottini ha amministrato bene!! Forse perchè lui ha ispirato e condiviso la creazione di Stresa Servizi??? E lo sperpero di oltre 800.000 euroin questi quattro anni ??? E la regalie alla Congregazione di 190.000 euro in più anni per mettere a norma un edificio privato senza contropartita alcuna??? La Procura della Corte dei Conti forse avrà qualcosa da dire e senz'altro non condividerà il giudizio del nostro coordinatore e albergatore di Ghiffa. E la pratica di Piazza Possi?? Cambio di destinazione d'! uso e 50 mq di piazza pubblica dati in servitù perpetua per 100.000 euro?? Regalie o svendite  a mio giudizio .Diritti di prelazione sugli appartamenti delle case popolari a favore del comune cancellato una delle prime riunioni di consiglio!!. Accordo capestro con il Principe Pallavicino per avere un parcheggio che dopo 30 anni l'investimento di 1.500.000 o di 3.000.000 di euro resterebbe al Principe??  Se vuole sig coordinatore posso continuare.Poi se un giorno o l'altro se ci incontreremo mi potrà raccontare quale era la contropartita per l'appoggio  dato da Forza Italia alla coppia Di Milia/ Bottini la volta scorsa. Non lo dirò a nessuno. Lo pubblicherò solo sul giornalino di Stresa ci Unisce così potrà esercitarsi a querelare ( e il Giudice ad archiviare). Per fortuna che c'è la Lega.

Assolo ha detto...

L'anonimità è una cosa ben diversa dall'utilizzo di uno pseudonimo, cosa assolutamente normale.  
La costituzionoe cita i partiti, ma, allo stesso titolo IV, più spesso i cittadini.  
E a tal proposito mi domando se l'abolizione del voto di preferenza non leda il principio dell'art. 51 che prevede la possibilità per tutti i cittadini di accedere alle cariche pubbliche in condizioni di uguaglianza.  
I partiti non sono la sola forma di associazione attraverso la quale partecipare alla vita politica: le liste civiche non sono partiti eppure concorrono alle elezioni.  
Lungi da me l'idea di demonizzare i partiti, ma non userei il termine "cattivone" che sembra accomunare simpaticamente un pò tutti: ci sono politici seri e ci sono quelli che, in forza anche di sentenze passate in giudicato, continuano, io dico indegnamente, a rappresentarci.  
Non mettete poi in bocca all'interlocutore pensieri e frasi mai scritte: non ho espresso alcun giudizio sulle primarie del Pd e trovo imbarazzante, ma non per me, ricevere una risposta ad una osservazione mai fatta.  
Ripeto che il sistema delle primarie, dei programmi pubblicati e discussi con largo anticipo, degli incontri tra i cittadini sono le strade maestre di un percorso elettorale.        
Mi auguro che le elezioni arrivino a sanzionare spartizioni del potere, strane presentazioni di tesserati non tesserati, l'alterigia ed il reiterato rifiuto di rispondere alle legittime domande dei cittadini.

U.Palaoro ha detto...

Caro Assolo, mi permetta di nuovamente sottolineare la poca coerenza di quanti invocano a gran voce trasparenza e chiarezza nella gestione della cosa pubblica senza però uscire allo scoperto e metterci la faccia ....ad ogni modo ognuno è libero di fare come vuole.. per quel che riguarda le liste civiche la invito a farmi qualche esempio di lista veramente civica....o di primarie davvero democratiche nel senso di fatte dal popolo, per il popolo con il popolo....pia illusione.. forse solo a capracotta di sotto coi suoi 200 abitanti potrebbero pensare di farle.

Pi.Ci ha detto...

Complimenti al Vecchi. Dà del bugiardo al sindaco che a suo dire a fine mandato non gli è permesso fare delle scelte politiche. E lui? Ma non aveva giurato di non ricandidarsi?
Che cosa sono queste dichiarazioni del tipo.. non mi candido ma se mi pregate ci ripenso?
Libero di fare quello che vuole ma la coerenza dove è? Allora è un bugiardo? Comunque abbiamo tutti capito che ci sarà questa allenaza Lega e Vecchi. Perché nasconderla? Perchè non portare tutto alla luce del sole?

Stresa 2.0 ha detto...

Buonasera Pi.Ci,
abbiamo pubblicato, ma gradiremmo che i suoi commenti non fossero così diretti o tali da provocare eccessive reazioni personali.
E' libero di argomentare come crede il suo pensiero, cercando però di mantenere un tono più cordiale.
Sicuri della sua comprensione,
Stresa 2.0

G.B.Vecchi ha detto...

Pi.Ci., o ci sei o ci fai.  DIRE UNA BUGIA E' NEGARE LA VERITA'. A una mia precisa domanda durante una seduta pubblica di Consiglio Comunale ,il bugiardone ha negato di essere tesserato PdL, quasi si vergognasse della sua scelta. Legittima peraltro. Io non so se gli altri tesserati accetteranno di trovarsi assieme nelle riunioni di partito con un personaggio che richiede e ottiene una tessera di Partito e poi si vergogna di dirlo trasgredendo l'obbligo di militanza insita nella sua scelta. Io non ho negato la verità. Ad una precisa domanda del giornalista ho risposto che è mia intenzione NON RICANDIDARMI ma che moltissime persone mi hanno chiesto di non mollare e di presentarmi di nuovo che mi avrebbero sostenuto. Tra questi anche candidati ed esponenti locali della Lega. Le confermo che non conosco e non ho mai incontrato il sen Montani l'on Cota e nemmeno l'avv. Marchioni a questo proposito. Quindi nessun accordo ! di vertice. La mia posizione è molto chiara. Confermo anche  a Lei che spero ancora che i due partiti possano trovare un accordo nell'interesse di Stresa escludendo il Di Milia sindaco. Qualora il PdL candidasse  l'attuale sindaco potrei appoggiare la lista di opposizione e anche cambiare idea ed essere della partita con tutta quella comunità umana rappresentata dalla Lista Civica Stresa ci Unisce. MI CONSENTA QUALORA SI PRESENTASSE UN FATTO NUOVO DI RIVEDERE LA MIA POSIZIONE E DI CAMBIARE IDEA. Credo che , facendo una sforzo persino Lei potrebbe capire la differenza rispetto al dire una bugia. E' tutto alla luce del sole caro PI.CI. Mi dica, visto che si scalda tanto, Le hanno forse  promesso di dirigere LEI la  nuova municipalizzata chiamata STRESA SERVIZI 2 con uno stipendio di 100.000 euro l'anno?? Non ci creda E'UNA BUGIA!!!

Pi.Ci. ha detto...

Gentile dott. Vecchi, quello che si scalda tanto mi sembra porprio lei perchè le cose non vanno come vorrebbe. Tanto che se la prende anche con chi le fa delle semplici domande. Prendo atto della conferma alle voci circolate di una sua alleanza con la lega, anche se non di vertice. (ma possibile che è così a corto di uomini da far salire sul loro carro anche lei?) facendola venire meno alla parola data. Confermando anche lei di essere uguale a tutti i politici.

G.B.Vecchi ha detto...

Povero Pi.Ci.!!! Le rispondo in quattro punti e sinteticamente anche se penso non ne valga la pena. Capisco che sto sprecando il mio tempo. A) Lei mi fa tenerezza e rappresenta una parte dell'elettorale che può esprimere un voto senza avere nessuna capacità di giudizio. Lei non fa delle semplici domande Lei afferma che io avrei giurato di non ripresentarmi. IO NON HO MAI GIURATO Lei lo sa e dice bugie sapendo di dirle e approfittando del fatto che si cela dietro un nickname. Le persone che erano con me in lista sapevano che mi sarei presentato una sola volta e poi ho espresso questa volontà ( che posso sempre cambiare anche se le fa paura) in più interventi di Consiglio Comunale. B) IL SINDACO PUO' FARE TUTTE LE SCELTE POLITICHE CHE VUOLE MA SE LE FA NON LE PUO' NEGARE ALTRIMENTI DICE UNA BUGIA ED E' UN BUGIARDO. C) Non so se la LEGA è a corto di uomini di certo se le due liste che rappresentano il 47% dell'elettorato si presentasse! ro assieme avrebbero buone possibilità di dare una amministrazione seria alla città di Stresa. Forse Lei quale aspirante presidente di Stresa Servizi 2 vede sfumare i 100.000 euro l'anno che Le hanno promesso??? D) Ci sono politici buoni e politici meno buoni. Vi sono elettori intelligenti e anche quelli senza cervello. Purtroppo constato che  Lei è tra questi ultimi. Sempre a Sua disposizione fino alla fine del mio mandato e come vede io non mi scaldo e sono molto paziente quando rispondo a persone che vanno aiutate a capire persino  le ovvietà. Ora la saluto e vado a dormire perchè qua in Cina è già la una e mezza del mattino. Ciao

L.A.Casaroli ha detto...

Mi sembra che questa diatriba sia andata avanti ormai troppo a lungo e rischi di scadere in insulti e recriminazioni personali, cui mi piacerebbe Stresa2 mettesse fine.  

L' ultima domanda che pongo è la seguente: "Ma chi diavolo è questo Pi. Ci. ?".  

Nel corso dello scambio di opinioni la cui sede Stresa2 ci ha gentimente messo a disposizione, tutti ci siamo firmati con nome e cognome, e anche chi ha usato uno pseudonimo come assolo o zasca, tutti lo possiamo individuare, considerando il loro nom de plume come una simpatica debolezza che ha illustri precedenti. D' altra parte questi commentatori si dimostrano, anche nel contraddittorio, civili e perfino cortesi.
 
Viceversa, del velenosissimo Pi. Ci. non sappiamo assolutamente nulla: è uno che volutamente si maschera, e che proprio con questo comportamento induce a diffidenza e sospetto.  

Se poi esaminiamo le sue argomentazioni scopriamo una mancanza di stile del tutto consona al suo comportamento: una cosa è dare del bugiardo al buon Di Milia, partendo da asserzioni evidenti a tutti (lui dice una cosa, Stresa2 la riporta, poi accade un fatto che dimostra il contrario e che comunque Stresa2 correttamente riporta), e una cosa completamente diversa è attribuire all' altrettanto buon GB Vecchi alleanze, intenzioni, giuramenti che gli altri fruitori di Stresa2 non possono verificare né su questo blog né presso altri media.  

Male ha fatto il Vecchi a cadere nelle provocazioni dell' anonimo, bene ha fatto il moderatore del sito a tiragli le orecchie, al Pi. Ci.. Andrei oltre, proponendo che - visto che ormai si è creata una frattura tra commentatori riconoscibili e non - Stresa2 non pubblichi più commenti di anonimi. Chi vuole dire - o gridare - qualcosa abbia il coraggio di farlo mostrando la faccia.

Stresa 2.0 ha detto...

Abbiamo ricevuto richiesta di cancellazione degli ultimi commenti a questo articolo, e così abbiamo fatto. Restiamo però sempre convinti  della funzione costruttiva del commento, inteso come arricchimento e completamento di una magari sterile notizia. Ed è per questo che vigileremo ancora meglio affinchè questa visibilità non venga usata per altri scopi al di fuori di quelli per cui è stata creata.
Chiediamo quindi, specialmente a chi ha scoperto di recente questa possibilità di commentare, di adotare un etichetta propria di persone civili ed educate, e di non abusare di questo spazio per dissensi troppo mirati e personali.
Chiediamo scusa alle persone più politicamente in vista, e quindi preferiti bersagli di lodi o critiche da parte di tutti degli elettori, se alcune considerazioni politiche sono andate oltre una tollerabile manifestazione di dissenso.

Sicuri della comprensione dei commentatori e dei lettori,
Cordiali saluti
Stresa 2.0
Giuseppe Zanzi

Stresa 2.0 ha detto...

Grazie a tutti coloro che hanno inviato gli ultimi commenti a questo articolo che , però, non verranno pubblicati.
Fermiamo qui la cascata di commenti sui commenti.
Adottiamo sin da ora le nuove regole di riconoscibilità del comemntatore, suggerite dall'Avv Palaoro (nome + cognome + email) e ci auguriamo che un sempre maggior numero di persone possano trovare la sicurezza necessaria per esprimere le loro idee e condividere le loro informazioni con noi tutti.
Ringraziamo anticipatamente

Stresa 2.0

Posta un commento

Il commento verrà pubblicato non appena sarà stato approvato dal moderatore. Grazie