Ricevi le News come preferisci

Calendario Eventi su

Cerca nel blog

Contatti

Contatti
02 feb 2013

Stresa: Il Midsummer Jazz raddoppia. Quasi ultimato il programma dello Stresa Festival 2013 che il direttore Noseda ha intitolato “Tra terra e cielo”

Ultimi ritocchi al cartellone delle Settimane musicali di Stresa e del Lago Maggiore, che sta per essere lanciato tra gli appassionati di classica e non solo. Anche la 52ª edizione, infatti, si aprirà nel segno del jazz. Dopo il successo dello scorso anno, tornano i «Midsummer Jazz Concerts» che quest’anno raddoppiano gli appuntamenti: nel weekend dal 19 al 21 luglio, il lungolago La Palazzola accoglierà il palco su cui saliranno, tra gli altri, Enrico Rava, che si esibirà con una formazione di 11 elementi, Uri Caine, Bill Frisell con

The Big Sur Sextet e Paolo Fresu con Omar Sosa.

Poi il racconto musicale dello Stresa Festival si dipanerà in altri luoghi e con altri suoni: dal 25 al 28 luglio con le Meditazioni in Musica, incentrate come sempre sulla musica rinascimentale e barocca, e l’immancabile appuntamento con le Suite per violoncello solo di Bach, che saranno eseguite da Julian Steckel, mentre dal 24 agosto al 7 settembre, andrà in scena il corpo centrale del festival.

«Tra terra e cielo» è il titolo scelto dal direttore artistico Gianandrea Noseda, attualmente negli Usa, che non farà mancare la sua presenza con due appuntamenti nel corso della rassegna: dirigerà l’orchestra e il coro del Teatro Regio di Torino nello «Stabat Mater» di Rossini e la Stresa Festival Orchestra in un programma con musiche di Bach, Schubert, Mozart.

Altre due prestigiose formazioni orchestrali faranno tappa a Stresa: alla Gstaad Festival Orchestra, diretta da Neeme Järvi, con il turco Fazil Say al pianoforte, sarà affidato il concerto inaugurale, mentre la Czech Philharmonic, con Jirí Belohlávek alla direzione e il pianista russo Kirill Gerstein, chiuderà la rassegna.

Tra le novità di un programma che non deluderà il pubblico più affezionato, l’esecuzione integrale dei Quartetti di Beethoven, proposti in 3 giorni di seguito, da diverse formazioni, una italiana, una ungherese, una svizzera, che daranno una propria lettura delle partiture beethoveniane.

A rendere ancora più interessante la proposta musicale, la peculiarità e l’unicità di alcune delle sedi dei concerti: oltre agli appuntamenti a Palazzo Borromeo sull’Isola Bella, alla Loggia del Cashmere sull’Isola Madre, al Castello Visconteo di Vogogna e alla Rocca Borromeo di Angera e nelle suggestive chiese e ville affacciate sul Lago Maggiore, quest’anno le Settimane Musicali torneranno nella chiesa di Sant’Ambrogio, sempre a Stresa.

Un connubio, quello tra musica, arte e turismo, giudicato in modo molto positivo dalla stampa specializzata. La rivista statunitense «Travel and Leisure», che ne aveva in precedenza parlato nell’edizione on line, dedicherà un ampio spazio allo Stresa Festival nel numero in edizione cartacea in uscita a luglio.

Chi volesse acquistare i biglietti per le date preferite dovrà attendere sino al 13 maggio, quando la biglietteria aprirà, sia online sia negli uffici di via Carducci 38 a Stresa.

Da annotare, sin da ora, la variazione dell’orario di inizio di tutti i concerti: non sarà più alle 20,30 ma alle 20, tranne quelli sulle isole, per le quali è confermata la partenza del battello alle 20 dall’imbarcadero di Stresa. Informazioni sul sito www.stresafestival.eu e al numero 0323.31095.
(Di Chiara Fabrizi su La Stampa)

0 Commenti:

Posta un commento

Il commento verrà pubblicato non appena sarà stato approvato dal moderatore. Grazie